Home » Nutrizione » Come preparare il panettone della tradizione – Ricetta facile

 

 

Ci sono ricette che rappresentano delle vere e proprie sfide e i grandi lievitati fanno parte della categoria, panettone in testa. Si tratta di una ricetta che richiede complesse preparazioni, lunghissimi tempi di lievitazione, una sapiente combinazione di grassi e ingredienti cosiddetti “difficili”, che devono marciare tutti ben intruppati senza subire sbalzi di temperatura o errori di lavorazione. Una gran fatica, ma anche una grande soddisfazione quando si vedono le cupole apparire in cottura.

Per fortuna esistono numerose versioni semplificate che propongono ricette altrettanto golose, ma rivisitate e rese accessibili anche a un pubblico meno esperto. Questo è il caso della ricetta presa dal blog unadonna.it che proponiamo di seguito, ecco cosa occorre.

Prima di cominciare:

Mischiare 250 gr di farina 0 con 250 gr di farina 00 entrambe devono essere forti, cioè con un valore W alto per resistere alla lunga lievitazione.

Lasciare fuori dal frigorifero 160 gr di burro, per usarlo dovrà essere morbido come una crema, o come si dice in gergo, a pomata.

Preparare 100 gr di uvetta ammollandola in acqua calda per poi scolarla asciugandola accuratamente una volta rinvenuta.

Per il primo impasto:

50 ml di latte

10 gr di lievito di birra fresco

80 gr di farina, miscelata come indicato sopra

1 cucchiaino di malto, serve a sostenere la lievitazione

Far intiepidire leggermente il latte per sciogliere il lievito e il cucchiaino di malto. Impastare la farina fino a ottenere un composto liscio e privo di grumi. Lasciare lievitare l’impasto fino al raddoppio in un luogo caldo al riparo da spifferi, meglio se a una temperatura costante intorno a 28/30°.

Secondo impasto

200 gr di farina

2 gr di lievito di birra fresco

2 uova intere

60 gr di burro a pomata

60 gr di zucchero

Aggiungere gli ingredienti in quest’ordine al primo impasto avendo cura di non surriscaldare la massa. Per farlo sarà utile servirsi di una planetaria, per evitare di lavorare gli ingredienti con le mani che ne farebbero aumentare troppo la temperatura. L’impasto è ben lavorato se tirando leggermente un lembo con le dita si forma il cosiddetto velo, elastico e trasparente. Formare una palla e lasciare lievitare come prima e fino al raddoppio del volume.

 

Terzo impasto

2 uova intere

3 tuorli

220 gr di farina

100 gr di burro a pomata

100 gr di zucchero

1 pizzico di sale

La scorza di un limone non trattato

2 cucchiai di scorze di arancia candite

100 gr di uvetta

All’impasto lievitato si aggiungono uova e farina, avendo cura di aspettare che ogni ingrediente sia ben amalgamato prima di aggiungerne un altro. Quindi è il momento di aggiungere zucchero e sale. Solo alla fine e pian piano s’ingloba il burro fino a completo assorbimento. L’impasto è morbido ed elastico ed è pronto per le scorze d’agrumi e l’uvetta. Su una spianatoia leggermente infarinata si lavora l’impasto pirlando fino a farlo diventare una palla da mettere nello stampo per panettone. Quando l’impasto è a 1/4 dal bordo fare un taglio a croce dove si posiziona una noce di burro.

Prima di accendere il forno va posizionata una ciotolina con acqua per creare la giusta umidità. Il panettone va infornato alla temperatura di 200° durante 15 minuti, poi si abbassa la temperatura a 190° per altri 15 minuti e infine il panettone deve terminare la cottura a 180° durante l’ultima mezzora.

Dovrà riposare a testa in giù fuori dal forno fino a completo raffreddamento.