Home » Nutrizione » Dimagrire rapidamente: attenzione all’imbroglio

Quante volte ti sarà capitato d’imbatterti in improbabili pubblicità che ti promettono di perdere dai 5 ai 10 chili in una o due settimane? Lo sappiamo tante volte e la tentazione di provarci è parecchia. Si sa nessuno ha voglia di lunghe diete e rinunce.

Proprio su questa poca voglia e la scarsa propensione al sacrificio (perché fare una dieta è un sacrificio) giocano certi centri estetici pseudo medici che fanno credere di custodire il segreto per una rapida perdita di peso, senza troppa fatica e rinunce.

La maggior parte di questi centri che promettono miracoli, in realtà fanno dei giochi di prestigio. Spesso al cliente viene fatto svolgere dell’attività fisica all’interno del centro, preoccupandosi che il luogo non sia troppo fresco. Lo scopo è far aumentare la sudorazione il più possibile.

Per convincere il cliente della bontà del sistema adottato, viene misurato il peso e la circonferenza della vita, prima della seduta e dopo. Effettivamente la persona che si è sottoposta al trattamento può arrivare a pesare fino a un chilo di meno e anche il centimetro sembrerebbe non mentire: la circonferenza è diminuita.

Ma allora il metodo funziona, alla faccia di tutti quei fessi che si rivolgono a un nutrizionista serio che li tortura per mesi. E invece no, i fessi sono altri. Certamente non chi segue una dieta dimagrante stilata secondo tempi e modi giusti.

In realtà, il metodo proposto da alcuni centri per il dimagrimento serve a perdere acqua. È l’acqua che costituisce gran parte di quel chilo perso miracolosamente subito dopo una seduta di trattamento. I grassi bruciati sono pochi grammi.

Per rendere i risultati ancora più meravigliosi durante la settimana di trattamento, viene imposto un regime alimentare inferiore alle 1000 calorie dove pane, pasta e tutti i carboidrati sono banditi a favore di carne, pesce ecc. Si a tanta verdura e tisane perché hanno effetto diuretico, ossia, fanno perdere acqua così da dare l’impressione di dimagrire. Peccato che quei chili torneranno prestissimo.